Stop al femminicidio – 29 novembre 2015 dalle ore 15.30

NEMMENO CON UN FIORE
Il Museo Arte Tempo e l’Associazione MAT Club partecipano alla giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, aderendo al circuito dei Museo Est Orobie con
STOP AL FEMMINICIDIO
29 novembre 2015 dalle ore 15.30
c/o Museo Arte Tempo, via Clara Maffei 3, Clusone (Bg)

loc_g

Il pomeriggio si aprirà alle 15.30 con una visita guidata alle opere di Giovanni Trussardi Volpi, artista nativo di Clusone e operante tra ‘800 e 900 con il suo stile neo impressionista e di grande effetto. Tema prediletto di Trussardi Volpi furono proprio le donne, tanto amate in vita e fonte di ispirazione per molti suoi quadri. La partecipazione è gratuita, con prenotazione consigliata al 342.3897672

Al termine della visita alle 17.00 ci sarà lo scoprimento dell’opera di Marco Cortiana, artista contemporaneo clusonese che espone le sue opere nel bookshop del museo fino all’8 dicembre. La mostra “Arte nel sacco” si riferisce alla tecnica usata da Cortiana che lavora e modella la plastica dei sacchi dell’immondizia creando opere concettuali e ritratti di personaggi famosi (Jimi Hendrix, M. Monroe).

Nello specifico, per l’occasione Cortiana ha realizzato l’opera interattiva “STOP AL FEMMINICIDIO”: il titolo è ben evidente sopra una mano che imperante e potente ferma la violenza perpetrata nel mondo contro le donne, di ogni nazionalità e razza. Di fianco il volto terrorizzato e macchiato di sangue di una donna esprime in maniera toccante tutto il dolore e l’umiliazione per il corpo violato, colpito fisicamente e spiritualmente da chi gli ha mancato di rispetto senza pietà.
In omaggio agli attentati di Parigi del 13 novembre, Marco inserisce un piccolo riferimento alla bandiera francese nei filamenti dei capelli della donna, a ricordo di tutte le donne coinvolte nelle stragi.

I visitatori potranno però portare un simbolo di speranza e realizzare una semplice performance: chiunque visiterà la mostra potrà coprire l’opera, appositamente velata per l’occasione, che diventa così spazio interattivo su cui appendere foglietti bianchi con un proprio messaggio di pace.

La mostra si arricchisce anche di un’altra opera, un lavoro di Cortiana del 2008 mai esposta al pubblico intitolata “11 SETTEMBRE”. Il titolo è già chiaramente evocativo dei fatti di New York che hanno sconvolto il mondo quasi 15 anni fa. In quella data inoltre morì la sorella dell’artista: un lavoro che rappresenta come la violenza e il dolore entrano nel cuore in modo preponderante e lasciano una ferita indelebile, un senso di mancanza e di vuoto.

La mostra di Marco Cortiana, con le ultime opere aggiunte, è visitabile al Museo Arte Tempo fino all’8 dicembre 2015, il venerdì pomeriggio e sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 18.30. Aperture straordinarie il 7 e l’8 dicembre dalle 15.30 alle 18.30.